BusinessConsigliAttività in Franchising e attività indipendenti: le differenze

26/01/20200

Quali sono le differenze tra attività in Franchising o attività indipendente?
Diventare imprenditore comporta la risoluzione di molti dubbi, dal momento che al giorno d’oggi, un negozio, con tutta la concorrenza esistente, non è un’attività semplice da gestire.

Quindi per aprire una propria attività commerciale esistono diverse possibilità da poter considerare oltre a quella del negozio indipendente, come quella dell’affiliazione commerciale o negozi in franchising.

In questo articolo proviamo a descrivere quelle che possono essere le differenze tra il franchising e le attività indipendenti, in modo da poter offrire uno spunto interessante a tutti coloro che intendono lavorare nel mondo dell’imprenditoria, sia per una piccola o media impresa che per una grande impresa.

Le differenze tra Franchising e Attività Indipendente

La prima differenza da evidenziare tra le due tipologie di attività commerciali, è che un’attività indipendente comporta un’organizzazione del lavoro del tutto autonoma e senza un preciso punto di riferimento oltre a quello del commercialista e di eventuali consulenti specializzati nel settore in cui si opera.
Questo vuol dire che tutte le spese per la formazione e per il reperimento di consigli su come lavorare sono a proprie spese, una situazione che nel caso del franchising non si verifica.

Chi lavora con il franchising è agevolato su molti aspetti, poiché il cosiddetto rischio di impresa è minimo, dal momento che tutte le strategie di vendita e di marketing vengono suggerite dal produttore che crea il brand, ovvero il franchisor.
Tra le strategie di business di un’attività commerciale vi può essere anche la cessione dell’attività, quindi la vendita, e in tal caso, un commerciante autonomo deve considerare il prezzo da proporre per la vendita della sua attività, in base alla notorietà e al successo della stessa nella realtà locale in cui opera.

Questa situazione che nel caso del franchising è nella maggior parte dei casi meno complicata, poiché se il brand vive per anni tramite diversi punti vendita sparsi su un territorio nazionale o internazionale, vendere l’attività da parte dell’affiliato o franchisee non dovrebbe essere difficile, dal momento che è semplice dimostrare a chi intende comprare, i ricavi ottenuti, grazie alla notorietà del brand.

Può sembrare dunque che la differenza sostanziale tra il franchising e le attività indipendenti, sia la convenienza nell’essere un franchisee, ma in realtà tutto dipende dalla brand reputation dell’azienda produttrice, e dunque da come il franchisor imposta la sua strategia di impresa negli anni, per poi risultare autorevole e fonte di business agli occhi dei potenziali affiliati.

La differenza nel reperire un supporto

Il Franchising vive di notorietà del marchio, una notorietà che l’affiliato acquista e tramite cui ha un ritorno economico grazie alla strategia di impresa dell’azienda produttrice. Tale azienda gestisce ogni impegno relativo alla produzione e alla distribuzione dei prodotti o servizi offerti ai clienti, permettendo così al franchisee di usufruire di un aiuto non indifferente che coinvolge diversi aspetti della sua attività di cui parliamo sotto.

L’imprenditore indipendente non ha i vantaggi di un affiliato, in quanto è lui ad impostare la strategia di impresa, i metodi di produzione e di vendita dei prodotti o servizi ai clienti finali. Tutto questo comporta per l’imprenditore un investimento di non poco conto, senza neanche avere la certezza di incrementare il proprio business nel corso del tempo. L’unica strada possibile è quella di creare un business plan che sia inclusivo di tutte le reali possibilità di guadagno o di perdita, tra cui la famigerata sintesi SWAT che viene utilizzata nel campo del marketing. Tramite un analisi SWAT si mettono in conto, punti di forza, punti di debolezza, opportunità e rischi del brand che viene creato e lanciato sul mercato. Tutto questo vale sia per i negozi fisici che per i negozi on line.

Acquisisci e fidelizza nuovi clienti usando la Tessera Sanitaria!

b-more è il rivoluzionario programma fedeltà per le attività del commercio locale. Registrati ora!

Marketing e rifornimento

Lavorare nel franchising comporta in genere un investimento minore rispetto all’apertura di un proprio negozio indipendente, e inoltre gli affiliati possono godere di un’assistenza continuativa da parte del brand cui fanno riferimento. Assistenza, questa, che prevede diversi aiuti, tra cui la formazione su diverse strategie di comunicazione e marketing, la ricerca di risorse umane per il personale interno al negozio, la ricerca di una location per il punto vendita e l’assistenza per le norme burocratiche riguardanti l’attività commerciale di cui l’affiliato si fa carico.

Un altro aspetto molto importante da considerare dal punto di vista economico, quando si vuole scegliere tra un’attività indipendente ed una in franchising, è che il negoziante indipendente deve far fronte all’acquisto dei beni tramite i fornitori che gli propongono in genere dei prezzi i quali non prevedono grandi sconti sulla quantità di materiale acquistata. Una situazione che invece risulta più vantaggiosa per un franchisee, il quale può acquistare una ingente quantità di merce da parte di fornitori convenzionati con il franchisor, potendo così usufruire di notevoli sconti su una mole di beni che intende acquistare.

Il-Franchising-e-le-attività-indipendenti-le-differenze-b-more

Si guadagna meglio con il franchising o in proprio? Il confronto

Sapere con certezza se si guadagna meglio con il franchising o con un negozio in proprio non è possibile, poiché come si è detto poco prima, tutto dipende da come un franchisor, un affiliato e un imprenditore indipendente lavorano e portano avanti il proprio business, gestendo le risorse con competenza e professionalità.

In generale, si può dire che essere affiliati di un franchisor potrebbe agevolare le vendite per un negoziante affiliato, ma nonostante il franchisor offra il proprio know-how ai suoi affiliati, ovvero l’esperienza professionale e i clienti fidelizzati al brand, e nonostante venga ad esso proposto un modo per raggiungere il cosiddetto break even point (il punto di pareggio tra investimenti ed introiti di un’attività imprenditoriale), è necessario che un aspirante affiliato analizzi bene molti dettagli prima di avviare la sua attività come franchisee.

Per guadagnare bene con un’attività in franchising, è importante analizzare il reale volume di affari esistente intorno al brand, le condizioni e le clausole contrattuali tra franchisor e franchisee, tra cui le royalty sul fatturato, le tempistiche di pagamento e il tempo di rientro dell’investimento.

In conclusione

Il guadagno per un franchisee può variare da qualche centinaia a molte migliaia di euro, in relazione alle responsabilità da ricoprire nella propria attività, che può essere svolta da remoto tramite il web oppure in uno o più negozi fisici (affiliato Multi Unit), con la vendita di prodotti in dropshipping per il brand produttore o con un lavoro da agente come su commissione.

In molti casi, il guadagno di un’attività in franchising è quasi immediato, mentre al contrario aprire un’attività in proprio comporta molti sacrifici economici e tempistiche più lunghe per poter arrivare a margini di guadagno consistenti. Guadagno che può essere incentivato con adeguate competenze economiche e di marketing che facciano riferimento alla qualità o all’esclusività dei prodotti e servizi offerti, e all’abbattimento della concorrenza.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

19 − 3 =

Parlano di noi:
Business Insider Logo png
small business italia logo png
logo-ideastartup
https://groupbmore.com/wp-content/uploads/2020/07/Mercati24-Logo.png

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta in contatto con il Team b-more per scoprire i nostri progressi e le novità del nostro programma fedeltà digitale!

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta in contatto con il Team b-more per scoprire i nostri progressi e le novità del nostro programma fedeltà digitale!

Risorse

Società

Legale

logo_b-more-02

Groupbmore S.r.l. | Sede Legale Via Feltre  n.11, Milano, 20132 | P.IVA 11141410966 | N.R.E.A. MI – 2587611 | Capitale Sociale € 10.000,00 i.v. | © Copyright 2015-2020 | Tutti i diritti riservati.

logo_b-more-02

Groupbmore S.r.l. | Sede Legale Via Feltre  n.11, Milano, 20132 | P.IVA 11141410966 | N.R.E.A. MI – 2587611 | Capitale Sociale € 10.000,00 i.v. | © Copyright 2015-2020 | Tutti i diritti riservati.

Login

Register

Already have account?

Lost Password

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.